lunedì 27 febbraio 2012

IMPERATIVO MORALE: FRENARE LA III ° GUERRA MONDIALE


articolo di Valdiviecus ( un amico che vuol rimanere anonimo)


Perché l’Oligarchia vuole la “terza guerra mondiale termonucleare”?
L’Oligarchia Sinarchista, a causa del disastro economico (da essa stessa provocato) nella zona transatlantica, sembra voler avviare una guerra mondiale per colpire Cina e Russia e arrestare il loro progresso, che di fatto potrebbe essere trainante per l’umanità.
L’Oligarchia usa oggi come esca Siria e Iran.
Valdixviecus

Osservando ciò che succede in queste ultime settimane, noto che il problema geopolitico più acuto è che le forze globaliste che comandano gli interessi degli USA, Inghilterra, Europa e Israele sono sempre più fuori controllo; la loro perdita di egemonia è evidente e non indugiano a rischiare una guerra nucleare globale per raggiungere i loro obiettivi mondialisti.
Per capire perché l'Impero Britannico vuole una guerra bisogna innanzitutto notare che, da una parte abbiamo la zona transatlantica, indotta di proposito, in un pieno collasso dell’economia fisica, e dall'altra abbiamo la zona transpacifica che non é afflitta da tale default e invece attua politiche pro-sviluppo a lungo termine. Questa tendenza porterebbe in breve tempo ad una supremazia della zona transpacifica a livello globale, e per l'impero oligarchico questo rappresenta un "casus belli" perché perderebbe egemonia rispetto a quelle nazioni che continuano a crescere e svilupparsi.
L’Oligarchia non può permettersi che sia solo la zona transatlantica a cadere, mentre dall'altra parte dovrebbe fare i conti con Russia, Cina e il sudest asiatico e altre nazioni sempre più forti… devono evitarlo e per questo serve una guerra!

Compresa la sostanza astratta del problema, passiamo ai fatti.

Recentemente Russia e Cina hanno posto il veto per la seconda volta all’ONU, sia al consiglio di sicurezza prima che in una sessione dell’assemblea generale poi (fatta in fretta e furia, il 12 feb.), per cercare di avviare un “intervento umanitario” in Siria; quest'ultima sessione, voluta fortemente dalle potenze occidentali e della Lega Araba (emirati del Golfo) con in testa l’Impero Britannico, mira a porre le basi per l'inizio della distruzione della Siria come Repubblica Sovrana, in modo analogo a quanto successo nella Libia del colonnello Gheddafi.














(nella  foto a lato il veto sino-russo all'ONU, in quella sopra una veduta di Tripoli "liberata")



Così come per la Libia , le tensioni interne in Siria 
sono pesantissime, grazie al braccio mercenario/terrorista dell’impero, Al Qaeda… oggi soci dell’opposizione siriana! E’ evidente che Al Qaeda è lì, sia per provocare il caos nel paese, che per avere alibi nell'ONU e poter chiedere “l'intervento umanitario”. Inoltre, il caos indotto serve anche per catturare l’attenzione dei media corporativi mondiali, che con le loro bugie mediatiche (il “tiranno oppressore del suo popolo”, le “violenze dei lealisti su donne e bambini”, il “popolo che lotta per la democrazia”, ecc..) avviano la “creazione del consenso” attraverso la “psicologia di massa” che aliena le menti, e ci fa accettare l’inaccettabile; ovvero, la distruzione di popoli sovrani, come quello palestinese, iracheno, afgano, libico, ecc. nell’indifferenza e apatia generale.

Dovrebbe essere ormai scontato per i lettori di questa rubrica, che lo stato di violenza in cui si trova la nazione araba fa parte di un piano di destabilizzazione che parte con la tristemente detta "primavera araba" e che mira a riorganizzare geopoliticamente il Nordafrica. Altrettanto scontato è che i mezzi di "informazione di massa" sono i “bracci operativi” dell’Oligarchia, che con il loro quotidiano "lavaggio di cervello" portano le persone a credere quello che l'Oligarchia vuole che pensino... e in questo senso devo dire che per me, ritenendomi in qualche modo di “sinistra”, è molto triste osservare come certi "canali di sinistra" (Radio Popolare, TG3, Repubblica, Fatto Quotidiano, ecc.) siano i “migliori amici” del pensiero oligarchico, dove senza nessun rimorso, per il fatto di dirsi di "sinistra", mentono impudicamente ingannando il loro ignaro pubblico… ed é così che creano l’opinione sui fatti che l’Oligarchia vuole che il “gregge” pensi... i “canali di destra” non sono certo migliori, ma tante volte sentire il notiziario di Radio Popolare o il TG3 è disgustoso!

Ok, bugie mediatiche a parte, il fatto è che il governo siriano oggi si trova a combattere in una guerra d’intelligence/terrorismo creata intenzionalmente dalle potenze occidentali per cercare d’imporre la loro agenda e colpire infine Russia e Cina, questo è il succo della situazione siriana, null'altro!
Gli interessi economici e geopolitici sino-russi nella nazione araba sono molteplici ed essi sanno bene che se la NATO prende il potere, verrà annientato ogni residuo di indipendenza e autonomia siriana nei confronti degli interessi occidentali e di conseguenza diventerebbe l’ennesima colonia d’occidente nella regione, quindi gli affari economici e geopolitici tra Siria, Cina e Russia verrebbero liquidati.
E anche se Russia e Cina hanno messo un freno al degenerato narcisista e servo degli interessi britannici, Obama, e ai loro lacchè occidentali e arabi, non si può dire che con questo veto abbiano “salvato” la Siria dagli sciacalli "spacca-nazioni". Perché con il prodotto dell’ultima -vergognosa e poco veritiera- sessione dell’assemblea generale del 12 febbraio, la risoluzione ONU di “condanna alle violenze” in Siria, si è assistito ad una vera e propria campagna senza precedenti di incitazione militare contro quella nazione. Questa risoluzione, illegale sia dal punto di vista degli statuti ONU che del diritto internazionale, di fatto crea una sorta di “legittimità internazionale” per l’eventuale “intervento umanitario”. Sentiamo già parlare degli “Amici della Sira”, recente gruppo formato dalle stesse forze che vogliono attuare e gestire l’intervento; in più, si discute dell’invio in Siria di una “missione di pace” composta da 3000 “osservatori” dalla Lega Araba e dell’ONU, senza tenere in considerazione l’opinione del governo siriano e altre nazioni pro-Siria.
Da notare che nella sessione ONU non si fa menzione degli atti terroristici e atrocità commesse dai ribelli (mercenari AlQaidisti), ma si ritiene solo il governo siriano come unico responsabile delle violenze.
Questo, a mio modesto parere, evidenzia “per chi lavora” quell’ente, di matrice massonica, chiamato ONU!

In parallelo alla questione siriana c’è quella iraniana, dove il cinismo delle potenze occidentali è ancora più sfacciato e arrogante.
La repubblica islamica viene dipinta come il “male assoluto” per la sua sacrosanta e sovrana rivendicazione dell’utilizzo dell’energia nucleare per uso civile. E’ triste notare che in un altro mondo dove regnassero il diritto internazionale e la sovranità dei paesi, questa rivendicazione sarebbe un diritto inalienabile; oggi invece, nel nostro “mondo alla rovescia”, dove i criminali sono premiati col nobel per la pace e i patrioti vengono linciati mediaticamente, vogliono che sia visto come un crimine di terrorismo.
Inoltre, è da evidenziare il senso di solidarietà del governo di Teheran col popolo siriano che, da una parte per rimediare un po’ allo strozzinaggio economico provocato dalle sanzioni occidentali a Siria, sta aiutando economicamente questa nazione, e dall’altra ha inviato delle navi di guerra sulle coste siriane per proteggere la sovranità della nazione sorella; dando, in qualche modo, lezioni di moralità ad un occidente sempre più despoticamente immorale.

Ed è con l’Iran dove c’è il punto di inflessione maggiore che ci potrebbe portare alla III° guerra mondiale. C'é un rischio molto elevato di un'escalation di violenza da parte del "cane da guardia" degli interessi occidentali in Medio Oriente, Israele, che minaccia (in accordo con Obama) di voler attaccare preventivamente l'Iran. Se ciò avvenisse, la risposta della repubblica islamica, dotata di un potenziale bellico degno di nota, non si farebbe attendere: questo trascinerebbe fisiologicamente nel confitto USA e alleati da una parte e Russia e Cina dall’altra. Poiché questi ultimi hanno già dichiarato che non sopporterebbero un attacco militare né alla Siria né all'Iran, la minaccia di guerra termonucleare è incombente! E sarebbe terribile e mai vista, perché grazie agli sviluppi tecnologici in ambito di armamento termonucleare, per gioia dell'Oligarchia, spazzerebbe via gran parte della civiltà.
Una guerra di questo tipo ci porterebbe a una quasi estinzione e, di fatto, a una "nuova era oscura".

Per il momento, e per fortuna, la deflagrazione bellica non ha ancora avuto inizio grazie a molti lucidi patrioti nei rispettivi paesi, ad esempio negli USA il Generale Martin Dempsey, capo dello stato Maggiore, si é detto “contrario ad aiutare e armare l’opposizione siriana in quanto risulta che essa abbia collegamenti con Al Qaeda”; come il generale Dempsey in molti sanno che una guerra di questa portata sarebbe catastrofica, e per questo hanno creato una sorta di “opposizione” al folle Obama. Ed è anche grazie all'economista Lyndon LaRouche, influente nelle alte sfere dei circoli militari americani, russi e cinesi, che i venti di guerra si sono leggermente calmati, ma la minaccia della guerra della corona britannica, attraverso il suo burattino Obama, é sempre in agguato.
La data delle elezioni russe, il 4 di marzo, è una sorta di limite per l’avvio delle ostilità… L’impero farà di tutto per impedire che Putin sia ancora presidente della Russia, egli ora si dimostra il suo nemico peggiore.

Dobbiamo dunque ripudiare le bugie mediatiche che ci spacciano i  terroristi mercenari in Siria per popolo; dobbiamo ripudiare le bugie di Obama e dell’impero britannico che vogliono criminalizzare l’Iran per un suo diritto sovrano inalienabile: l'energia nucleare a scopo civile. Dobbiamo chiedere che non ci sia nessun "intervento umanitario" in Siria, perché sarebbe di fatto l'avvio di una strage; dobbiamo chiedere che cessino gli embarghi economici e le ostilità diplomatiche verso l’Iran, che in cent’anni non ha mai invaso nessun paese e che ha firmato il Trattato di Non Proliferazione Nucleare, a differenza di Israele che ha centinaia di testate nucleari… Inoltre e soprattutto dobbiamo sapere che chi chiede veementemente la deposizione in “nome della democrazia” del presidente siriano Bashar al Assad e la chiusura del programma nucleare iraniano in “nome della sicurezza contro il terrorismo”,  è di fatto un nemico dichiarato dell’umanità, su questo non ci devono essere dubbi!

Ripeto, non dobbiamo farci ingannare dall'Oligarchia e dai suoi tentacoli mediatici, che vogliono costruire le nostre opinioni, e in questo caso in particolare, l’idea che "dobbiamo essere contro Iran e Siria e i loro alleati Russia e Cina" dev’essere rifiutata.
Non cadiamo nella trappola mentale dei guerrafondai occidentali che bramano dal desiderio di distruzione, che assieme ai lava-cervelli di matrice tavistockniana ci alienano quotidianamente attraverso i loro canali mediatici.
Non caschiamoci!

domenica 12 febbraio 2012

BILDERBERG MEETING 2012 IN ISRAELE, VOGLIONO ORCHESTRARE LA GUERRA CONTRO L'IRAN?


E' stato anticipato (rispetto al mese di maggio dell'anno scorso) il summit del group Bilderberg che si terrà quest'anno in Israele,
L'Hotel scelto per l'occasione,si chiama "Hotel Rothschild", ad Haifa.


Non esiste ancora una lista certa,e nemmeno prove indiscutibili del fatto, ma molti blog in europa ne han parlato e alcune dichiarazioni del sindaco di Haifa ne sarebbero una conferma.


Le circostanze fanno pensare che il meeting sia indirizzato ad occuparsi della calda situazione mediorientale.


 Haifa è la 3a città più grande in Israele dopo Geruslalemme e Tel Aviv. Il sindaco di Haifa Giona Jahaw ha detto che era importante far conoscere le personalità e avviare così i preparativi di sicurezza.
 L’ ultima conferenza Bilderberg si ebbe all'inizio di giugno 2011 in St. Moritz. Quest'anno, l'élite non può darsi un arco di tempo troppo lungo per incontrarsi di nuovo. Il Gruppo Bilderberg riunirà l'elite in un hotel particolare, vale a dire il Rothschild Hotel! La casa dei Rothschild di Haifa è naturalmente un lussuoso albergo per quanto piccolo. Quindi presumibilmente vi prenderà parte solo la crema dell'elite. L'elenco dei partecipanti non esiste ancora, tuttavia, è da supporre che il noto David Rockefeller sarà a presenziare l’evento, la Regina Beatrice dei Paesi Bassi, ed Henry Kissinger non mancheranno, saranno lì al loro posto.


 Dei personaggi che ricoprono importanti cariche istituzionali internazionali si riuniscono a porte chiuse, senza rappresentare nazioni o popoli, per decidere delle nostre sorti attraverso il loro sistema criminale e bugiardo, che sta distruggendo gli stati europei e che sta piegando gli stati arabi al volere sionista.


....avranno fretta di piegare la Siria e di orchestrare la guerra contro l' Iran?


http://www.bilderberger.ch/?p=2270




qui un video che riporta articoli di stampa estera a riguardo.

video


sabato 4 febbraio 2012

SIRIA COME LIBIA: RUSSIA E CINA DICONO NO ALL'ONU PER LA SECONDA VOLTA(in aggiornamento)


NEW YORK - Cina e Russia hanno posto il veto ad una risoluzione Onu sulla Siria. Il progetto di risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu puntava a condannare il regime siriano di Bashar el Assad, ma escludeva esplicitamente un intervento armato. E' la seconda volta che Mosca e Pechino bloccano un testo sulla Siria.







giovedì 2 febbraio 2012

MES,MECCANISMO SALVA-STATI: è UFFICIALE, è REGIME del DEBITO fasullo!!

Il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, ha ufficializzato la firma del Trattato istitutivo del fondo salva-stati permanente Esm. 
Il fondo, si precisa in una nota, avrà una capacità di 500 miliardi di euro, grazie a un capitale da 700 miliardi sottoscritto dai Paesi dell'Eurozona. L'adeguatezza di Esfs e Esm, si spiega, sarà rivista il primo marzo al prossimo vertice dei capi di Stato e di governo Ue. (qui una fonte "autorevole"  QUI invece un video semplice e chiaro)




 Sta andando a buon fine l'obbiettivo di creare un meccanismo a senso unico, che faccia pagare agli Stati stessi i debiti, quei debiti creatisi per colpa dell'insolvibilità del nostro sistema, insolvibile perche' TUTTI, stati e cittadini, ricevono CARTA E BIT IN PRESTITO DALLA PIRLAMIDE BANCARIA PRIVATA, e restituiscono sangue, ore di lavoro, beni reali, senza riuscire a ripagare, per delle semplici truffe, quelle del signoraggio primario, all'emissione,e di quello secondario.


Se lo scopo dichiarato è quello di fornire prestiti (a condizioni rigorose) per i paesi dell'euro che non possono più soddisfare i lori obblighi finanziari, QUELLO IMPLICITO  è di tenere per la gola tutti i governi nazionali.


In questo articolo (o in questo video) si spiegano bene punto per punto le modifiche e le implicazioni portate dal trattato m.e.s, ne elencherò alcune in modo semplificato:


-Negli articoli 8 9 e 10 dice che i 17 ministri delle finanze dei stati membri formano il consiglio dei governatori, e decideranno sia sulla modifica del fondo di 700 mld sia su quando imporre i "pagamenti arretrati" ai vari stati.


- Nell'articolo 5.6 si dice che i voti del consiglio varrebbero solo in caso di unanimità, e qui si capisce il ruolo dei tre osservatori, coloro che "convincerebbero" i ministri dei vari stati a votare a favore del recupero credito:

               -Il membro della Commissione Europea responsabile degli Affari economici e monetari,
               -Presidente del Gruppo Euro (un club informale de questi 17 ministri delle Finanze)
               - il Presidente della Banca Centrale Europea!




 -L’articolo 122.2 del trattato sul funzionamento dell'Unione Europea (TFUE) [10] consente al Consiglio europeo di fornire assistenza finanziaria ai soci in difficoltà (su proposta della Commissione europea), i lupi della Commissione Europea non potevano resistere alla tentazione di erigere la propria FMI, o più precisamente, un fratello europeo, che lavorava a stretto contatto con il FMI.


L’hanno prontamente eretta nel maggio e giugno 2010, il EFSM e EFSF. Hanno una base temporanea e legale fallisce. La capacità di prestito del EFSF è stato recentemente aumentato a 440 miliardi. (Si tratta di 1320 € per cittadino).


Il successore è il MES. Firmato l’11 Luglio 2011, E UFFICIALIZZATO OGGI 02-022012. Il MES avrà un carattere permanente e l'autorità di richiedere un numero illimitato dalle casse statali e di prestare al rischio e alla spesa dei cittadini dell'euro. Iniziano con un capitale di 700 miliardi (2.100 € per cittadino), ma stanno già parlando di somme 1.500 - 2.000 miliardi.


Il MES avrà il potere di svuotare le casse degli Stati, senza che i parlamenti possano opporsi.










mercoledì 1 febbraio 2012

IL POPOLO EGIZIANO INSORGE DAVVERO!


Ecco che dopo un anno il popolo egiziano si sveglia.


In 2 milioni su 80(??), scesero in strada grazie alla "rivoluzione organizzata in internet" per far cadere il governo. Si certo, in internet, infiltrati, mercenari e servizi stranieri erano in vacanza..
in questo articolo si verifica che la Clinton e Anonymous appoggiarono attivamente la protesta.


Beh, alla faccia dei "Fratelli islamici", della "S(l)ega araba", di Israele, della Nato, dei servizi segreti occidentali, e dei nostri governi omertosi, l'altro ieri il popolo egiziano ha occupato la capitale al grido di "IL POPOLO VUOLE LA CADUTA DELLA FRATELLANZA ISLAMICA E DEI MILITARI." E la protesta è continuata anche ieri.


video


Bene, meglio tardi che mai, il popolo egiziano ha capito chi sono "i ratti da cacciare".
Beh, ci ha messo un po' a capirlo, ha dovuto aspettare che le operazioni di conquista e rovesciamento del Magreb da parte della Nato e di Israele (in siria "i ribelli" usano armi israeliane) arrivassero fino in Siria, dove il popolo è unito con Assad Bashar e lotta contro l'invasore mercenario e infiltrato, dovendo subire l'embargo dei beni di prima necessita' e le bugie che i media internazionali diffondono affinchè si permetta l'intervento militare.

Questa la testimonianza di un mese fa, di un'amica che vive a Damasco:


"sono davvero molto contenta di vedere che anche qui in Italia c'è qualcuno che si interessa alle questioni del medio oriente e soprattutto di vedere che c'è qualcuno che ha capito che le cose non sono come ce le vogliono far passare i media. Ho dato un'occhiata alla pagina di Lo Sai su facebook e mi è sembrato molto interessante e molto importante quello che fate. 

Per quanto riguarda me e la Siria, io ero là in marzo per studire l'arabo all'Università di Damasco, quando sono cominciati i primi disordini e le prime manifestazioni e ho potuto confrontare l'informazione che passavano i media occidentali (ma anche al jazeera che si dice tv araba indipendente ma lavora comunque per gli Stati Uniti) con quello che vedevo io sul posto e ti posso assicurare che la situazione, soprattutto all'inizio, non era assolutamente come ce la raccontavano la televisione e i giornali. Sono poi tornata a Damasco in settembre e sono rimasta là circa tre mesi e mezzo (sono appena rientrata a casa per le vacanze di natale) e anche questa volta ho trovato una città tranquilla e non ho visto niente di pericoloso (io parlo della capitale perché vivevo là, però non so com'era la situazione nelle altre città). 
Ora la vita in Siria è resa davvero difficile a causa delle sanzioni e dell'embargo: ti faccio l'esempio del gas, anch'io mi sono trovata senza perché la Turchia non lo manda più in Siria. Le poche bombole di gas che rimangono nel paese non bastano per tutta la popolazione e la povera gente è arrivata al punto di battersi per avere una bombola, inoltre i prezzi di tutti i beni fondamntali si stanno continualmente alzando, insomma per i siriani è un momento difficile e putroppo ora andrà sempre peggio. 
(...)Credo sia importante conoscere la verità, ma purtroppo il progetto israeliano non verrà arrestato e alla fine Israele riuscirà a colonizzare i paesi arabi che gli interessano. Anche se tutto il mondo conoscesse la verità, questo non fermerebbe Israele che ormai è a un passo da raggiungere il suo obbiettivo. (...)

Ti ringrazio tanto per quello che fai, per l'interesse che dimostri nel ricercare la verità e per il tuo imprgno a farla conoscere alla gente."


Uno dei passi chiave per far cadere un governo sovrano e favorire l'intervento militare contro lo stesso è dipingerlo mediaticamente come sanguinario e disonesto, isolandolo in ogni modo, organizzando finti attentati e fomentando tramite i media il nostro disappunto, come è successo per la Libia, ci han fatto credere che Gheddafi era contro il proprio paese, e noi popolo europeo abbiamo permesso che la Nato  bombardasse democraticamente il popolo libico per oltre nove mesi facendo decine di migliaia di morti e feriti. 


 In questi video noterai come il popolo Libico era con Gheddafi, uniti contro l'invasore, nel primo tutta Tripoli sfida le bombe Nato a Giugno, per stringersi intorno a Gheddafi,  nel secondo persone  tunisine manifestano appoggiando la Libia di Gheddafi .
video




video


CONCORSO "UOMO PER I DIRITTI UMANI DELL'ANNO" DI AMNESTY INTERNATIONAL
in questo articolo potete vedere come il popolo del web abbia fatto vincere Gheddafi, Amnesty ha censurato il concorso, ma il popolo del web ha dimostrato in qualche modo "una forza", ha dimostrato d'esserci, e non per le foche o per abbassare gli stipendi dei politici, MA PER PALESARE IL REGIME CHE CI GOVERNA.


Oltre mezzo mondo, Cina, Russia, India, Sud Africa e Brasile,hanno votato al consiglio di sicurezza dell'o.n.u. per 
NON INTERVENIRE MILITARMENTE IN SIRIA E NON DESTITUIRE BASHAR AL ASSAD.





Mu'ammar Gheddafi, discorso all'Onu:


 "dato che a voi, paesi occidentali, diamo cosi' fastidio, noi arabi, iraniani, e dato che il vostro programma spaziale è molto avanzato, trovateci un pianeta e mandateci la', ma lasciateci in pace"