mercoledì 23 maggio 2012

Giuliacci le spara grosse, altro che "innocue velature"!

(Da sinistra Mario e Andrea Giuliacci, qui di seguito una perla del padre nel suo ultimo articolo " nulla vieta  di  pensare che molti appassionati del volo libero, per esibizionismo, possano fa uso delle stesse innocue sostanze impiegate dal nostre Frecce tricolori per disegnare in cielo")



Qui potete leggere l'articolo del meteorologo (Epson e Mediaset) Giuliacci, famoso in tutta Italia per i suoi siparietti televisivi nei telegiornali.
Nell'articolo prova affannosamente a sminuire il crimine militare del controllo climatico tramite aerosol aereo, rispondendo, ma in modo falso e elusivo, alle continue richieste di informazioni da parte di utenti preoccupati, che riceveva sulla sua pagina Facebook Meteogiuliacci.


Ecco alcuni stralci dell'articolo:



"Da circa 3-4 anni circola con insistenza sulla rete internet un documento redatto non si sa da chi e nel quale si afferma che aerei militaririverserebbero in cielo da molto tempo tonnellate di sostanze potenzialmente tossiche, come polveri di BarioAlluminio ePolimeri. Il tutto - sempre secondo l’anonima fonte - allo scopo disimulare esperimenti di modifica artificiale del clima."


I primi dati certi sull'utilizzo di aerosol clandestino risalgono al 96, al caso di Espagnola in Canada, e da allora sono migliaia le ricerche e gli studi che dimostrano l'utilizzo di quella pratica militare e di quelle sostanze in dosi massive. Insomma non è come dice Giuliacci, NON ESISTE NESSUNA ANONIMA FONTE, ma la cronologia precisa (di documenti e eventi ufficiali e documentati) della ascesa della scienza militare geoingegneristica come arma ambientale e di controllo. ( In questo articolo di Corrado Penna, si accenna alla strage compiuta dall'esercito inglese per testare il cloud seeding, nel 1952 nel Devon)

"Ebbene innanzitutto mi sorprende che nessun ente istituzionale intervenga per mettere fine alla diffusione di tali notizie che, oltre ad essere false - ma questa è la mia opinione -  creano allarme, panico e disinformazione tra la gente."

Due righe prima ha detto che a sostegno della denuncia contro governi e eserciti per l'areosol clandestino c'era solo un'anonima fonte celando le vere informazioni, e poi ammonisce la  disinformazione..... 

"sono  prodotte nella maggior parte dei casi dalla condensazione immediata dell’acqua rilasciata dalla combustione nei reattori degli aerei a jet commerciali e/o militari, quando volano intono 8-10 km. Per questo motivo sono note come “scie di condensazione (contrails)."

8-10 chilometri?? ma se anche gli anziani si accorgono dei sorvoli a bassa quota?? mi sa che Pagliacci per "informarsi" sulle scie chimiche s'è letto solo "quell'anonima fonte"..

dulcis in fundo:

"Ed infine nulla vieta per di più pensare che molti appassionati del volo libero, per esibizionismo, possano fa uso delle stesse innocue sostanze impiegate dal nostre Frecce tricolori per disegnare in cielo i colori della nostra bandiera."

PENSAVO FOSSE UN METEOROLOGO, NON UN COMICO.


Sottolineo che Riccardo Barboni, cittadino milanese, come molti altri STUFO della disinformazione sul tema scie chimiche, ha stimolato in Giuliacci il bisogno di scrivere questo articolo in risposta alle sue domande pubbliche sulla pagina facebook del fuffologo. Alla luce di quanto scritto in risposta dal Giuliacci, forse, era meglio se si fosse astenuto dal scrivere quell'articolo, dato che le sue risposte sono un ritrito di bugie (gli aerei che lasciano scie persistenti volano a quote di 4-5 mila metri, non 8-10) gia' proposta da altri in passato, anche meno "autorevoli" di lui.

E non contento dell'aver palesato la comicita' e la complicita' criminale di Mario Giuliacci,  Barboni ripubblica in Facebook le sue considerazioni di risposta all'articolo "tranquillazzatore" del fuffologo, qui sotto il testo:



"Caro Giuliacci, dovrebbe essere divorato da alcuni dubbi se per caso avesse solo letto un paio di cose sul tema o fatto delle annotazioni guardando il cielo


1) le scie di condensa non sono persistenti
2) a occhi nudo si nota subito che gli aerei che lasciano scie sono troppo bassi. Un'aereo a 7 km non ne distingui la carena.
3) se un aereo passa in mezzo o sotto a un cumulo vuol dire che è massimo a 1/2 km (ben lontano dalla quota per la condensa)
4) se si sente il rumore dell'aereo che lascia scie sicuramente è a massimo 2 km di distanza
5) i nuovi tipo di motore vista la quantità di calore assottigliano ulteriormente il fenomeno condensa
6) ci sono diverse interrogazioni parlamentari, che han portato solo alla censura dell'argomento
7) gli enti proposti al controllo della qualità dell'aria fanno finta di niente (e a questo punto penso lo facciano apposta)
8) il CNR italiano è nel campo della geoingeria climica
9) ad esempio la FIAT investe sul cambiamento climatico
10) non ha citato trattati come weather as a force multipler, oppure owning the weather
11) il trattato cieli aperti con gli usa permette loro scenari come quello delle scie chimiche




E infine Mr Giuliacci, le faccio notare "chi ne trae profitto" così magara sa a chi chiedere


1) tecnologie militari necessitano di una atmosfera particolarmente conduttiva (sistemi awacs che l'italia possiede)
2) i sistemi di telecomunicazione necessitano di una atmosfera particolarmente conduttiva
3) la MONSANTO brevetta dei semi che resistono ai metalli pesanti.


E soprattutto: in altre nazioni le scie chimiche sono considerate un problema reale.


comunque lei sembra ignorare tutti i punti sopra elencati


http://www.youtube.com/watch?v=HhNL95SxKiU"





GRAZIE A RICCARDO

LA FORCA PER MARIO (Giuliacci,Monti o Draghi??:)



VI LASCIO CON QUESTE INFO
Tankerenemy. com        scienza marcia.blogspot    Lo sai.it    "Lo sai" in Facebook
 "Lo sai (citta')" su Facebook  (es. lo sai Milano)     Lo sai chemtrails


 E CON QUESTO CONCETTO DA "NEOLINGUA ORWELLIANA", CHE VI ECHEGGIA GIA' DA TEMPO IN TESTA, GRAZIE ALLA SETTA DI GIULIACCI:

                                               "INNOCUE VELATURE!"

cofana




9 commenti:

  1. Ancora con la storia degli aerei a 1-2 km di quota?
    Ma c'è uno sciachimista che abbia mai viaggiato in aereo? Come mai non ha mai fotografato un velivolo che rilascia scie a quota cumuli ovvero molto ma molto più in basso della quota di volo tipica dei jet liner?

    RispondiElimina
  2. eheheh... vuoi mettere i due Giuliacci con i due Marcianò... non c'è paragone!!!

    RispondiElimina
  3. muahahahaha chehridere questo articolo!!!! Dal 1950 la solita solfa!!! C.

    RispondiElimina
  4. "i nuovi aerei sono freddi, non fanno condense" ma siamo fuori?i motori arrivano a 500 gradi!
    imbarazzante sto articolo, a sto Luca Consonni dovrebbero togliere il diritto di volo...e anche quello di procreare!

    RispondiElimina
  5. Ciao Luca.
    Come sai ho ancora una posizione di rispetto verso le scie chimiche.
    Ossia, non nego il fenomeno ma non ho le necessarie conoscenze scientifiche per esprimermi con certezza tante sono le variabili.
    Di certo ogni novità e scoperta però nascono col dubbio... come sai avevo fatto qualche mese fa quel video che hai condiviso in cui avevo documentato quello schifo di cielo qui dalle nostre parti.
    Non dico che fossero scie chimiche, ma di certo negli anni passati fenomeni del genere non accadevano. E allora dobbiamo farci cogliere dal dubbio e fare come Galileo.

    Quello che non capisco dei detrattori delle scie chimiche - che vedo riempire di arroganza i propri commenti - è proprio l'assenza di dubbio. Se fossero fedeli a Karl Popper (che in quanto occidentalista è un LORO profeta e non un nostro) dovrebbero dubitare continuamente per corroborare la propria idea.
    E invece negano se stessi negandosi il dubbio (spero di non essere contorto :-P )

    Non parliamo poi di Attivissimo che, nel tentativo di confutare le scie chimiche, estrapola frammenti di grafici e definizioni scientifiche facendo un taglia e cuci a sé funzionale facendo dire alla fisica quello che più gli fa comodo... questo è di certo sospetto e mi spinge a stare in guardia.

    RispondiElimina
  6. Minchia, studenti di materie umanistiche e ancora non capite come si scrive "innocuo"? E dire che ve lo hanno detto piu' e piu' volte! Ho capito che credete a qualunque stronzata complottista grazie al vostro ridottissimo livello culturale (e che siate iscritti in universita' dice moltissimo sul livello dell'istruzione italiana) e altissimo livello di violenza e rifiuto per qualunque cosa non decidiate arbitrariamente essere vera, ma anche la grammatica farebbe parte del complotto?
    Le altre minchiate neanche le commento. Non ne vale proprio la pena.

    RispondiElimina
  7. Rimango sempre senza parole nel leggere questi discussioni....persone come Nores che apre con "Minchia" e va poi avanti con una serie di assurdità e parla di livello culturale!!
    Siamo veramente al paradosso, e parla anche di livello di violenza e rifiuto...forse dovrebbe leggere quello che scrivere perchè sembra adattarsi perfettamente a lui.
    Credo che il più grande problema che abbiamo non siano le persone che irrorano i cieli con queste sostanza ma persone come Nores, che con arroganza e incredibile stupidità/ignoranza criticano senza dare nessuna argomentazione e senza avere nessuna conoscenza degli argomenti trattati.
    Torni a guardare i Simpson e lasci ad altri discutere di argomenti seri!

    RispondiElimina